Roma Capitale Città di Tutti: "Così vogliamo intervenire sul bilancio di Roma"

Uno dei punti cardine del programma politico dell’Associazione Roma Capitale Città di Tutti è legato a un’opera di radicale intervento sul bilancio comunale

venerdì 26 aprile 2013 alle 14:24

Uno dei punti cardine del programma politico dell’Associazione Roma Capitale Città di Tutti. È legato a un’opera di radicale intervento sul bilancio comunale. Ecco come il presidente Sante Casini pensa che si dovrebbe intervenire.

“Prima di tutto bisogna puntare sulla drastica riduzione degli sprechi e quindi alla ristrutturazione delle 17 aziende municipalizzate e partecipate e riorganizzazione della macchina amministrativa attraverso la semplificazione e informatizzazione delle procedure.

“La nuova legge sulla trasparenza se ben applicata, oltre a limitare la corruzione può essere di incentivo al risparmio. Il bilancio di previsione 2012 approvato a novembre 2012.

“Tuttavia agire sui tagli ammonta a circa 10 miliardi di euro, di cui 5 miliardi e 242 milioni per la parte corrente e 5 miliardi per il piano investimenti da finanziare in parte con risorse private.

“A quanto ammonta il debito ad oggi non è chiaro. Ma certamente agire sulla spesa senza una politica delle entrate che non riguardi soltanto le tasse non basterà a risanare il bilancio di Roma Capitale se dopo avere innalzato le aliquote Imu al 5 per mille sulla prima casa e al 10,9 sulle seconde, ad aprile 2013 il Comune prevede di tagliare 214 milioni di euro a fronte di maggiori entrate previste di 65 milioni di euro”.

 

PER VISIONARE IL PROGRAMMA COMPLETO CLICCARE QUI

CLICCA QUI SOTTO PER IL VIDEO COLLEGATO
COMMENTI
Nome
Email
Url
Testo del Commento
LOGIN AREA
NOME UTENTE
PASSWORD
Nuovo Utente  -   Recupera la password

Videogallery
Rapporto Istat 2017: ''La crisi spazza via piccola borghesia e classe operaia''
ROMA, TERZA EDIZIONE DI VENTUREUP
Netcomm Forum 2017: Diennea-MagNews
Jobs act per gli autonomi arrivano maternità e malattia
NA:"Italia, Paese di autonomi. Sono 4,7 milioni,il 21% degli occupati"
Ignazio Corrao (M5S): 'Le piccole-medie imprese dovrebbero essere una priorità'
L'IMPORTANZA DI FACEBOOK PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
LUTTAZZI LIBERO!
Alessandro Mendini: "L'Italia è ancora il centro del mondo"
Partita iva: 4 miti da sfatare
 
Sondaggi

    Fotogallery