Ecco perché Poseidone non è potuto entrare in battaglia

Ecco come il presidente dell'associazione Roma Capitale di Tutti, Sante Casini, spiega come non ci sia riuscita a presentare alla competizione del 26 e 27 maggio per la elezione del sindaco e della giunta capitolina, con la lista recante il simbolo “Poseidone pronto a combattere”

martedì 30 aprile 2013 alle 10:24

Cari amici

ci sarebbe piaciuto presentarci alla competizione del 26 e 27 maggio per la elezione del sindaco e della giunta capitolina, con la nostra lista recante il simbolo “Poseidone pronto a combattere”. Non avremmo preso molti voti, il pronostico ottimistico era dello 0,1%, e ci saremmo apparentati con la lista Progetto Roma che ha come candidato sindaco Alessandro Bianchi professore universitario, urbanista e ministro dei trasporti nell’ultimo governo Prodi. 



PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO CLICCA QUI

COMMENTI
Nome
Email
Url
Testo del Commento
LOGIN AREA
NOME UTENTE
PASSWORD
Nuovo Utente  -   Recupera la password

Videogallery
Rapporto Istat 2017: ''La crisi spazza via piccola borghesia e classe operaia''
ROMA, TERZA EDIZIONE DI VENTUREUP
Netcomm Forum 2017: Diennea-MagNews
Jobs act per gli autonomi arrivano maternità e malattia
NA:"Italia, Paese di autonomi. Sono 4,7 milioni,il 21% degli occupati"
Ignazio Corrao (M5S): 'Le piccole-medie imprese dovrebbero essere una priorità'
L'IMPORTANZA DI FACEBOOK PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
LUTTAZZI LIBERO!
Alessandro Mendini: "L'Italia è ancora il centro del mondo"
Partita iva: 4 miti da sfatare
 
Sondaggi

    Fotogallery