Confermati i 30 anni per Longo: uccise Salomone (Banda della Magliana) ad Acilia

I fatti risalgono al 4 giugno 2009 quando in un agguato due persone su uno scooter uccisero davanti alla sua sala giochi il pregiudicato

mercoledì 8 maggio 2013 alle 12:07

Confermati in appello i 30 anni di reclusione per Massimo Longo, accusato di essere responsabile dell'omicidio di Emidio Salomone, compiuto ad Acilia nel 2009. La sentenza è stata emessa dalla I Corte d'assise d'appello di Roma con la conferma appunto della pena inflitta nel novembre dello 2012 dal Gup Maria Agrimi, dopo il processo col rito abbreviato.

E questo è accaduto nonostante i giudici d'appello abbiano escluso la contestata aggravante della metodologia mafiosa, confermando invece la premeditazione. Salomone, considerato vicino alla Banda della Magliana, fu ucciso il 4 giugno 2009, mentre si trovava sul marciapiedi antistante la sua sala giochi ad Acilia. Due persone, giunte a bordo di uno scooter senza targa, urlarono il suo nome, e, quando l'uomo si girò, una delle due sparò contro di lui due colpi di pistola che lo centrarono all'addome e in pieno volto. E dopo si diedero alla fuga.

Dapprima Longo – rintracciato in una comunità di recupero di Salerno - fu ritenuto il mandante di un omicidio che si ritenne maturato alla fine di un'escalation di intimidazioni (attentati incendiari di auto, aggressioni, spari contro abitazioni, tra la fine del 2008 e l'inizio del 2009) tra due opposte bande per il controllo dello spaccio di eroina a Acilia.

Durante il processo di primo grado, però, l'uomo consegnò una lettera nella quale si accusava di essere stato alla guida dello scooter con il quale si erano avvicinati a Salomone (circostanza confermata anche da alcune intercettazioni ambientali), ma di non essere stato lui a sparare. In sostanza, l'intendimento doveva essere quello di dare una lezione a Salomone per le intimidazioni subìte. Doveva essere “solo” gambizzato, ma il suo complice aveva deciso autonomamente di sparare per uccidere. Del complice, però, non ha voluto mai dare il nome e rimane sconosciuto.

COMMENTI
Nome
Email
Url
Testo del Commento
LOGIN AREA
NOME UTENTE
PASSWORD
Nuovo Utente  -   Recupera la password

Videogallery
Rapporto Istat 2017: ''La crisi spazza via piccola borghesia e classe operaia''
ROMA, TERZA EDIZIONE DI VENTUREUP
Netcomm Forum 2017: Diennea-MagNews
Jobs act per gli autonomi arrivano maternità e malattia
NA:"Italia, Paese di autonomi. Sono 4,7 milioni,il 21% degli occupati"
Ignazio Corrao (M5S): 'Le piccole-medie imprese dovrebbero essere una priorità'
L'IMPORTANZA DI FACEBOOK PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
LUTTAZZI LIBERO!
Alessandro Mendini: "L'Italia è ancora il centro del mondo"
Partita iva: 4 miti da sfatare
 
Sondaggi

    Fotogallery