Stadio Roma, per gli urbanisti è un buon compromesso: "Ma resta il grande problema della viabilità"

Il taglio delle cubature previsto nel nuovo progetto dello stadio giallorosso a Tor di Valle piace agli esperti, che puntano però il dito contro l'abbattimento dei fondi che i privati avrebbero messo sul tavolo nel migliorare l'accesso all'impianto

lunedì 6 marzo 2017 alle 09:27

Il taglio delle cubature previsto nel nuovo progetto dello stadio giallorosso a Tor di Valle piace agli urbanisti, che puntano però il dito contro l'abbattimento dei fondi che i privati avrebbero messo sul tavolo nel migliorare la viabilità.

 

Per Alessandro Bianchi, ex ministro dei Trasporti con Prodi, professore di urbanistica ed ex rettore dell'Università di Reggio Calabria, il nuovo accordo con la Roma (tutto da scrivere): “E’ un buon compromesso, che dopo 50 anni vede il Campidoglio riprendere il controllo del territorio, arginando lo strapotere di palazzinari e finanzieri. Ma la viabilità ora è seriamente a rischio se non sarà realizzato il raccordo tra l'autostrada Roma-Fiumicino e lo Stadio”.

 

Un'opera a carico dei privati prevista nel progetto portato avanti dall'ex sindaco Ignazio Marino. E dello stesso avviso Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale della Sapienza, nonchè presidente di Sogeea Spa: «L'accordo tra Raggi e As Roma non risolve il problema della viabilità. il nodo resta l'afflusso e il deflusso dal nuovo Stadio».

 

Il potenziamento del trasporto pubblico sul quadrante, secondo il nuovo progetto, prevede il potenziamento della Roma Lido con due soli treni. Ma la tratta oggi può garantire al massimo 10mila passeggeri l'ora in condizioni ottimali, cioè quasi mai.

“Con il nuovo stadio - chiosa Simoncini - almeno 30mila persone dovrebbero accedere a Tor di Valle sulla Roma Lido. Gli investimenti preventivati dal nuovo accordo rendono questa ipotesi del tutto fiori luogo”.

COMMENTI
Nome
Email
Url
Testo del Commento
LOGIN AREA
NOME UTENTE
PASSWORD
Nuovo Utente  -   Recupera la password

Videogallery
Rapporto Istat 2017: ''La crisi spazza via piccola borghesia e classe operaia''
ROMA, TERZA EDIZIONE DI VENTUREUP
Netcomm Forum 2017: Diennea-MagNews
Jobs act per gli autonomi arrivano maternità e malattia
NA:"Italia, Paese di autonomi. Sono 4,7 milioni,il 21% degli occupati"
Ignazio Corrao (M5S): 'Le piccole-medie imprese dovrebbero essere una priorità'
L'IMPORTANZA DI FACEBOOK PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
LUTTAZZI LIBERO!
Alessandro Mendini: "L'Italia è ancora il centro del mondo"
Partita iva: 4 miti da sfatare
 
Sondaggi

    Fotogallery